SPORTELLO EUROPA (bandi ed agevolazioni)

INCUBATORE DI IMPRESE (struttura e servizi)

PER IL TERRITORIO (opportunità e progetti)

Newsletter Incubatore di Imprese

Logo Sportello Europa

In evidenza

ORARI APERTURA UFFICI

 

Bando per l’assegnazione di cofinanziamenti a favore dei comuni in forma singola o associata per tutte le funzioni di Polizia Locale, per la realizzazione di progetti di videosorveglianza - biennio 2018/19 (l.r. 6/2015, art. 25)

Domande dal: 11 giugno 2018, ore 10:00
Scadenza: 05 luglio 2018, ore 16:00
 
Regione Lombardia: Possono partecipare i Comuni singoli dotati di un corpo o servizio di polizia locale, in organico con contratto a tempo indeterminato, gli Enti associati, le Comunità Montane/Unioni di Comuni, associati per tutte le funzioni di polizia locale per un periodo non inferiore a 5 anni (artt. 8 e 13 della l.r. 6/2015 e l.r. 19/2008), dotati di un corpo o di un servizio di polizia locale, in organico con contratto a tempo indeterminato.
L’azione si attua attraverso il finanziamento di progetti riguardanti:
  1. Impianti di videosorveglianza con telecamere sia di contesto che di lettura targhe. Si tratta di realizzazione ex novo, implementazione o sostituzione del sistema esistente, con l’istallazione di almeno una telecamera di contesto, destinata esclusivamente al controllo e monitoraggio di edifici o aree sensibili del territorio e almeno una telecamera destinata alla lettura targhe.
  2. Impianti di videosorveglianza con sole telecamere di allertamento e lettura targhe. Si tratta di realizzazione ex novo, implementazione o sostituzione del sistema esistente, unicamente con telecamere di allertamento e lettura targhe.
  3. Impianti di videosorveglianza con sole telecamere di contesto. Si tratta di realizzazione ex novo, implementazione o sostituzione del sistema esistente, unicamente con telecamere di contesto destinate esclusivamente al controllo e monitoraggio di edifici o aree sensibili del territorio.


Caratteristiche dell'agevolazione: Cofinanziamento.

Il cofinanziamento, che deriva da risorse regionali, è assegnato, a fondo perduto, alle tipologie di Ente richiedente e secondo gli importi di seguito specificati:

€ 3.600.000,00, suddivisi in:

- € 2.800.000,00, per i progetti presentati da Comunità Montane/Unioni di Comuni ed Enti associati
- € 800.000,00, per i progetti presentati da Comuni singoli

Il contributo è assegnato sotto forma di cofinanziamento, tenendo conto dei seguenti massimali:
per i Comuni singoli dotati di un corpo o servizio di polizia locale, in organico con contratto a tempo indeterminato, il cofinanziamento regionale è pari all’80% del costo del progetto validato, fino ad un massimo di € 40.000,00;
per le Comunità Montane/Unioni di Comuni, associati per tutte le funzioni di polizia locale per un periodo non inferiore a 5 anni (artt. 8 e 13 della l.r. 6/2015; l.r. 19/2008), dotati di un corpo o di un servizio di polizia locale, in organico con contratto a tempo indeterminato, il cofinanziamento regionale è pari all’80% del costo del progetto validato, fino ad un massimo di € 60.000,00;
per gli Enti Associati, convenzionati per tutte le funzioni di polizia locale per un periodo non inferiore a 5 anni (artt. 8 e 13, l.r. 6/2015), dotati di un corpo o di un servizio di polizia locale, in organico con contratto a tempo indeterminato, il cofinanziamento regionale è pari all’80% del costo del progetto validato, fino ad un massimo di € 80.000,00.

>> BANDO E CONTATTI

Bando “Storevolution” - Sostegno agli investimenti per l'innovazione delle micro, piccole e medie imprese commerciali

Domande dal: 10 settembre 2018, ore 12:00
Scadenza: 08 ottobre 2018, ore 12:00
 
Regione Lombardia - Il bando supporta le micro, piccole e medie imprese commerciali al dettaglio in sede fissa con lo scopo di affrontare i cambiamenti legati alla rivoluzione digitale che ha cambiato le abitudini e i comportamenti di acquisto dei consumatori e di consentire un riposizionamento strutturale del modo di fare negozio. 

Sono ammissibili investimenti per l’acquisto di soluzioni e sistemi digitali da parte dei soggetti beneficiari per:

1. Organizzazione del back-end ossia nei processi di interazione retailer-fornitori o processi interni del retailer: sistemi ERP, Soluzioni a supporto della fatturazione elettronica,  self scanning, sistemi di business intelligence e business analytics, soluzioni per incrementare le performance di magazzino, come il voice picking, sistemi per il monitoraggio dei clienti in negozio (attraverso telecamere e sensori), Sistemi per demand and distribution planning, sistemi di tracciamento dei prodotti lungo la supply chain attraverso RFId, soluzioni di intelligent transportation system;
2. Sviluppo di servizi di front-end e customer experience nel   punto vendita: sistemi per l'accettazione di pagamenti innovativi, sistemi per l'accettazione di couponing e loyalty, chioschi, light box, totem e touchpoint, sistemi di cassa evoluti e Mobile POS, Electronic Shelf Labeling, digital signage, vetrine intelligenti, specchi e camerini smart, realtà aumentata, sistemi di sales force automation, sistemi di in store mobility, sistemi CRM, proximity marketing, sistemi di self-scanning;
3. Omnicanalità con integrazione con la dimensione del retail online: sviluppo di canali digitali per supportare le fasi di pre-vendita, post-vendita o per abilitare la vendita, sviluppo di app e mobile site per le fasi di pre-vendita, post-vendita o per abilitare la vendita; siti informativi/e commerce e app/mobile site.

Nel caso di ristrutturazioni totali del punto vendita, a fronte della presentazione di un progetto di riposizionamento strategico del punto vendita (store), verso il mercato e i consumatori, con modifica del layout, delle attrezzature e degli arredi, del target, del merchandising e dell’offerta di servizi resi alla clientela, sono ammissibili, nel limite massimo del 30% delle spese ammissibili, anche investimenti per la sostituzione di arredi. In tal caso è comunque obbligatorio l’abbinamento di uno dei precedenti interventi (1,2 e 3).

Gli interventi devono essere realizzati unicamente presso il punto vendita (unità locale) ubicato in Lombardia.

Possono presentare domanda di contributo le micro, piccole e medie imprese commerciali al dettaglio in sede fissa, in forma singola o aggregata, aventi almeno un punto vendita in Lombardia e che svolgano un’attività classificata con i codici ATECO 2007 G47.

Il contributo è concesso con procedura valutativa “a sportello” secondo l’ordine cronologico di invio telematico della richiesta e con graduatoria finale. Il procedimento di valutazione si compone di una fase di verifica di ammissibilità formale e una fase di valutazione tecnica dell’intervento.
L’agevolazione, in regime "de minimis" consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto pari al 50% delle sole spese considerate ammissibili al netto di IVA, nel limite massimo di 20.000 euro per le imprese in forma singola e pari al 60% delle sole spese considerate ammissibili al netto di IVA, nel limite massimo di 60.000 per aggregazione (che deve essere di minimo 6 imprese).
Sono ammissibili investimenti con importo complessivo di spese ammissibili non inferiore a 10.000 euro per le imprese in forma singola e 20.000 per l'aggregazione.
Il contributo è erogato a saldo a fronte della rendicontazione delle spese.
Ciascuna impresa può presentare una sola domanda di contributo per un solo punto vendita a valere sul presente Bando, in forma singola oppure in forma aggregata.

>> CONSULTA IL BANDO DI REGIONE LOMBARDIA

 

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI RICERCA IN CAMPO AGRICOLO E FORESTALE

Dotazione finanziaria complessiva pari a € 2.958.966,00. Chiusura il 30 giugno 2018. Domanda da inviare via PEC.

La Direzione Generale Agricoltura, con decreto n. 4403 del 28 marzo 2018, pubblicato sul Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia (BURL) serie ordinaria n. 14 del 4 aprile 2018, ha approvato l’allegato 1 "Bando per il finanziamento di progetti di ricerca in campo agricolo e forestale", in attuazione della d.g.r. 14 novembre 2017 n. X/7353 con una dotazione finanziaria complessiva di € 2.958.966,00.

Con il bando si intende promuovere il potenziamento della ricerca e sviluppo e dell’innovazione nel settore agricolo e forestale attraverso il sostegno a progetti di ricerca che:

  • promuovano il processo di innovazione nel settore agricolo e forestale contribuendo a uno sviluppo duraturo e sostenibile;
  • coinvolgano nella partnership i soggetti rappresentativi della filiera o del comparto interessato e/o le istituzioni competenti che esprimano interesse per il raggiungimento di risultati concreti per tutti i soggetti interessati;
  • facilitino la trasferibilità dei risultati al sistema agricolo e forestale regionale, ai Gruppi Operativi del Partenariato europeo dell’Innovazione (artt. 56 e 57 del reg. UE 1305/2013) e alle imprese, per il loro tramite;
  • valorizzino la compartecipazione finanziaria di altri soggetti pubblici e/o privati interessati all’azione di ricerca e innovazione.

DESTINATARI

Possono partecipare Organismi di ricerca singolarmente o in partenariato con:
  • imprese agricole e forestali;
  • organismi di diffusione della conoscenza;
  • cooperative agricole, di lavorazione, trasformazione e commercializzazione e loro consorzi;
  • associazioni di produttori;
  • organizzazioni di produttori;
  • consorzi di tutela;
  • distretti agricoli riconosciuti ai sensi della d.g.r. n. 10085/2009.

COME PARTECIPARE

Domanda da inviare via PEC (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), con allegato il progetto e la documentazione tecnico-amministrativa prevista dal bando. Apertura domande mercoledì 4 aprile 2018. Chiusura domande sabato 30 giugno 2018.

INFOREGIONE LOMBARDIA

 

BANDO COMUNI IN PISTA

Comuni in pista: bando per le piste ciclabili dei Comuni italiani: domande dal 3 aprile fino al 2 luglio

L’Istituto per il Credito Sportivo (ICS), con il Protocollo d’Intesa sottoscritto con ANCI e Federciclismo, ha messo a disposizione degli Enti locali nove milioni di euro di contributi per abbattere totalmente gli interessi di 50 milioni di euro di mutui a tasso fisso, della durata di 15 anni.

Tutta la documentazione da allegare alla richiesta è presente sul sito del CREDITO SPORTIVO

Per informazioni e maggiori dettagli:

Numero Verde gratuito 800.298.278 oppure

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

News

CORSO DI FORMAZIONE PER GESTORI DI SALE DA GIOCO E LOCALI

PERCORSI GRATUITI PER OVER 50 DELLA VALLE CAMONICA DI ALFABETIZZAZIONE DIGITALE

DOTE SCUOLA 2017/2018

La “Dote Scuola” è un aiuto concreto per l’educazione dei giovani lombardi:

  • accompagna il percorso educativo dei ragazzi che frequentano le scuole statali e paritarie o le istituzioni formative regionali
  • garantisce la libertà di scelta e il diritto allo studio
  • consolida il sistema scolastico e potenzia le opportunità per le famiglie lombarde.

E' organizzata attraverso il sistema Dote rivolto direttamente alla persona, spendibile per la fruizione di servizi di istruzione, formazione professionale e di accompagnamento al lavoro, secondo il profilo personale di ciascuno.

Regione Lombardia ha definito le componenti del sistema "Dote Scuola" per l'anno scolastico 2017/2018 e le risorse a disposizione.

>> APPROFONDISCI

 

Comunità Montana Valle Camonica - Bando a sportello “Intraprendere in Valle Camonica – Valorizzazione prodotti e tradizioni”

Il Bando “Intraprendere in Valle Camonica – Valorizzazione prodotti e tradizioni” inserito nel Progetto “MOSSA VINCENTE - Mobilità Sostenibile, Start Up Artigianato e Agroalimentare di qualità per lo Sviluppo Socio-economico dei Centri urbani dei territori montani della Valle Camonica” e cofinanziato da Regione Lombardia, è promosso dalla Comunità Montana di Valle Camonica – Servizio Innovazione Gestioni Associate e Attività Produttive in qualità di soggetto capofila.

Il bando prevede l’attivazione di due misure distinte:

  •  “Intraprendere in Valle Camonica” finalizzata all’avvio di nuove microimprese artigianali, commerciali e strutture sportive ricreative (costituite ex novo dopo l’01/01/2017),
  •  “Valorizzazione produzioni e tradizioni” finalizzata a sostenere le micro imprese di produzione e trasformazione dei prodotti di qualità e trasformazione dei prodotti di qualità del territorio, agroalimentare ed artigiano anche artistico (trasformazione manifatturiera delle materie prime agricole, legno, ferro, pietra ecc…).

La dotazione finanziaria complessiva del bando è pari ad € 290.000,00 di cui:

  • 150.000,00 € per la misura “Intraprendere in Valle Camonica”;
  • 140.000,00 € per la misura “Valorizzazione produzioni e tradizioni”

La domanda di partecipazione potrà essere presentata dalle ore 08.00 del 15/03/2018 e fino alle ore 12.00 del 16/04/2018 ovvero sino ad esaurimento delle risorse disponibili, utilizzando l’apposita modulistica e gli investimenti dovranno essere realizzati e rendicontati nel 2018. 

 

>> GUARDA I DETTAGLI DEL BANDO

 

 

 

UN NUOVO MUSEO PER LA VALLE CAMONICA ROMANA - 9 Gennaio 2018 ore 10:30 Conferenza Stampa di presentazione

 

 

Partners

Assocamuna   BIM Vallecamonica   Comunità Montana Valle Camonica   Provincia di Brescia   Valle Camonica Servizi   Apindustria   Forge Monchieri

Forgiatura Morandini   Gruppo Lucefin      Mamè GroupSocietà I.M.G